Ingegneria Gestionale è una buona scelta?

Pubblicato da Davide, Aggiornato sabato 4 aprile 2009 407 Commenti »

Questo articolo e' stato scritto piu' di 6 mesi fa.. In teoria non cambia nulla, sed panta rei: se trovi link o informazioni datate segnalalo pure. :)

Scrivo questo articolo perchè, dopo tre anni passati sui libri, sento il bisogno di dover dire la mia sulla scelta universitaria. Non sono un sociologo che studia le dinamiche del mondo del lavoro, non sono un sondaggista che ha rilevato le opinioni dei datori di lavoro e i tempi di inserimento per i neolaureati: sono semplicemente uno studente che ha terminato il percorso della laurea triennale e sta continuando a studiare per arrivare al termine dei cinque.
Questo articolo non vuole convincere nessuno a scegliere quella o quell’altra facoltà, semplicemente desidero riportare alcune considerazioni.

Partiamo dall’inizio.
Ho scelto ingegneria gestionale per due motivi: 1. ero interessato alle materie sociali e umanistiche, ma non ero convinto delle opportunità di lavoro che una facoltà come sociologia mi avrebbe offerto (anche frequentando corsi nel campo dell’economia). 2. ero e sono appassionato di informatica, vedevo il computer e internet come gli strumenti di lavoro ideali.
Sono di Reggio Emilia, proprio nella mia città esiste un corso appartenente alla Classe di Laurea MIUR 9 – Classe delle lauree in ingegneria dell’informazione. Il corso si chiama “Ingegneria dell’integrazione d’Impresa (e-business)“, è un indirizzo particolare che nel proprio manifesto degli studi prevede insegnamenti rivolti alle reti e ai moderni sistemi di comunicazione e d’integrazione tra imprese.
Poichè non ero per nulla interessato alla “bulloneria”, alla meccanica o meccatronica, decisi di immatricolarmi in questo corso, che altro non era se non una branca del corso di ingegneria gestionale.

Passano tre anni e nemmeno te ne accorgi, ti ritrovi a 22 con una laurea in mano. Non è stato proprio tutto rosa e fiori, gli esami son pur sempre esami: ma alla fine eccoci qui a valutare. Spesso mi sono sentito dire che gli ingegneri gestionali sono “ingegneri a metà” perchè “non si sa nemmeno se esiste un ordine” e “se possono avere la firma”.. Che cosa progetta un ingegnere gestionale? Progetta i processi, da quelli logistici a quelli organizzativi. Vi siete mai chiesti perchè una catena di grande distribuzione come MediaWorld funziona e guadagna? Come progettare una intranet? Come progettare un magazzino automatico? Come creare un modello matematico per la distribuzione di merci?
Ogni cosa, dalla movimentazione della merce all’istituzione dell’asilo nido aziendale, ha bisogno di essere pensata e progettata, di essere messa nero su bianco. L’ambito dell’ingegnere gestionale non è settoriale, c’è l’economia (controllo di gestione, suddivisione centri di costo..), la logistica e gli impianti industriali, l’informatica..

Se parliamo poi di integrazione d’impresa, ci andiamo ad intrufolare in un mondo che ancora è poco navigato. La comunicazione, gli ordini di acquisto, le relazioni coi clienti, la stessa produzione, stanno subendo un lento ma costante mutamento. Non esiste più la fabbrica che produce e quella che compra, fino all’utente finale. Ci stiamo evolvendo verso un sistema a rete, dove un’azienda lavora in collaborazione con tante altre, dove i dipendenti della stessa azienda comunicano e collaborano anche attraverso il web.

Non è questo il posto per parlare di knowledge management o di ricerca operativa applicata ai modelli di gestione di servizio. Voglio solo far capire a chi deve scegliere una facoltà, che ingegneria gestionale è un’ottima scelta, ma diversa certamente da ingegneria informatica o meccanica. Dipende qual è il vostro obiettivo e le vostre preferenze: se desiderate un lavoro da programmatore, siete amanti del codice sorgente, sicuramente meglio scegliere ingegneria informatica; se invece desiderate un lavoro di problem solving, dove applicare diverse scienze e diverse tecniche per progettare soluzioni utili ai sitemi di produzione, di vendita, o per progettare reti intranet, allora meglio scegliere ingegneria gestionale.

Non credete a chi vi dice che con ingegneria gestionale non si trova lavoro. A parte la mia esperienza personale (tre contatti dopo la laurea senza cercare nulla, tra cui uno decisamente interessante che ho accettato volentieri), leggevo giusto questo settembre un articolo su Repubblica che metteva tra i più ricercati in Italia proprio gli ingegneri gestionali. Che dire, speriamo il bene..

407 Commenti »

Puoi lasciare un tuo commento, oppure fare un trackback dal tuo sito.

Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia il tuo commento

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi