e-Learning: la desolazione delle università telematiche

Pubblicato da Davide, Aggiornato martedì 8 luglio 2008 18 Commenti »

Questo articolo e' stato scritto piu' di 6 mesi fa.. In teoria non cambia nulla, sed panta rei: se trovi link o informazioni datate segnalalo pure. :)

Il tema dell’e-Learning mi sta a cuore, ma duole constatare che il settore dove andrebbe applicato è desolante. Non lo dico per posizione presa, lo dico sulla base di un articolo pubblicato sul Corriere della Sera di Domenica 31 Dicembre 2006, firmato da Sergio Rizzo e Gian Antonio Stella.

Se i dati presentati in questo articolo sono veri, e la fonte citata è nientemeno che la banca dati del ministero, il quadro delle università telematiche italiane è a dir poco raccapricciante. Università spesso senza docenti di ruolo registrati e diverse facoltà avviate, approvate dall’ex ministro Moratti.

Tanto per darvi un’idea del quadro, cito dall’articolo in questione:

Telematica universitas mercatorum, costituita a novembre del 2005 per iniziativa dell’unioncamere (presidente è Andrea Mondello, che guida l’associazione): una facoltà (Economia) e due corsi di laurea. [..] E poi la Pegaso (due facoltà, Giurisprudenza e Scienze Umanistiche, zero docenti di ruolo in banca dati) che ha come azionisti Danilo, Raffaele e Angelo Jervolino, che già hanno interessi in vari istituti scolastici privati partenopei. E poi la Giustino Fortunato (solo Giurisprudenza, nessun docente di ruolo in banca dati) che fa capo alla fondazione Efiro di Benevento, presieduta da Angelo Pasquale Colarusso, già noto nel Sannio per una scuola privata che da molto tempo aiutava nelle rimonte scolastiche. E poi ancora Leonardo Da Vinci, zero docenti di ruolo (per la banca dati), tre facoltà (Scienze dei Beni Culturali, Scienze della Formazione e Scienze Manageriali) e un legame strettissimo con l’università Gabriele D’Annunzio di Chieti-Pescara (nota anche per un gran numero di speedy lauree) [...]

L’articolo prosegue su questa lineaa per altre tre università…

Voi chiederete: perchè questa corsa? Il miele che attira le api, quelle buone e quelle meno buone, è la possibilità di rastrellare una quantità mai vista di “aspiranti dottori”. Merito di quella riformetta che permette un po’ a tutti di “mettere a frutto il proprio lavoro”. Facendosi riconoscere, sulla base dell’esperienza accumulata come ragionieri o guardie forestali, giornalisti o vigili del fuoco, impiegati catastali o brigadieri dei carabinieri, una gran quantità di crediti formativi universitari (fino a 140, prima che Mussi imponesse un tetto massimo di 60 su 180) così da poter puntare a una laurea con pochi esami.

Che dire, un’altra occasione persa per provare a distribuire qualcosa di buono tramite internet. In questa situazione, mi convinco sempre più dell’e-learning in modalità blended, ovvero quella che alterna lezioni in presenza a momenti di scambio on-line. Diverse università italiane prevedono queste tipologie, soprattutto nei corsi a indirizzo informatico. Molto utili da questo punto di vista si possono rivelare i wiki e i blog, per la condivisione e la partecipazione attiva degli studenti ai programmi didattici.

UnimarconiPer chiudere in bellezza, vi comunico che diversi siti di queste teleuniversità sono di pessima qualita (spesso si aprono malamente con Firefox o non hanno codice conforme agli standard W3C) e vi riporto un altro dato ricavato dall’articolo del Corriere: l’università telematica Marconi pare abbia oltre 4000 iscritti, un esercito di laureandi! Aprendo il sito con Firefox questo è completamente illeggibile (lo potete vedere aprendo la foto a lato), e dulcis in fundo.. Sono ben in vista i bottoncini di conformità agli standard W3C (inutile dire che la validazione fallisce), compreso quello sull’accessibilità (dopo aver aperto il sito con IE, scopro che la pagina accessibile è in “fase di aggiornamento”). Olè.

18 Commenti »

Puoi lasciare un tuo commento, oppure fare un trackback dal tuo sito.

Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia il tuo commento

 

http://livregratis.fr/ - http://club-ebook.fr/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi