La cartaccia dal finestrino

Pubblicato da Davide, Aggiornato domenica 11 marzo 2007 3 Commenti »

Questo articolo e' stato scritto piu' di 6 mesi fa.. In teoria non cambia nulla, sed panta rei: se trovi link o informazioni datate segnalalo pure. :)

Stai girando per casa, apri un kit-kat, te lo mangi e butti la confezione sul divano. Poi vai in cucina, prendi un pezzo di scottex per pulirti le dita dal cioccolato e lo butti a terra. Vai in bagno, fai le tue cose, poi lasci tutto sulla lavatrice. Vai sul davanzale, apri il pacchetto di sigarette, butti la cartina di protezione sul tavolo; fumi la sigaretta, ciccando via la cenere sul pavimento, poi lasci la cicca spenta sulla tv.
Questo è ciò che succede quotidianamente sulle nostre strade. Un esercito di ignari maleducati pensa che il proprio mondo abbia un confine fisico: il finestrino dell’automobile. Non oso immaginare quali paure e quali abominevoli incubi possano essere evocati quando, dopo aver parcheggiato, queste persone scendano dalla macchina, lasciandosi alle spalle portiera e finestrino, come fossero mitiche colonne d’ercole a protezione dell’abitacolo.

Ieri tornavo dall’università, davanti a me una signorina indaffarata, apre il suo pacchetto di marlboro rosse e un secondo dopo apre il finestrino per gettare la cartaccia. Clacson d’obbligo e colpo d’abbaglianti: la strada non è la pattumiera, sulla tua macchina hanno installato di serie il posacenere/portaspazzatura. Vengo ignorato, non capisco se per ignoranza o per sbadataggine. La stessa signorina si accende la sigaretta e se la fuma, vi state chiedendo che fine ha fatto la cicca una volta inalato tutto il tabacco? Domanda retorica, ha raggiunto la sua naturale destinazione: la strada!

Altro colpo di clacson e abbaglianti, ma anche questa volta vengo ignorato.
Quando chiedi alla gente perchè butta le cose dal finestrino, ti guardano con la stessa faccia con cui guarderesti un vigile urbano che ti vuole far la multa perchè stai andando in bicicletta in una zona pedonale. Tu passi per il deficente, loro per il furbo. Poi arriva la risposta tipica: “ma tanto ci sono gli spazzini!”, che è un po’ come dire “ma tanto c’è mia mamma che pulisce!”. E che spazzini ci sono sulla statale 9?! Gli unici spazzini sono i TIR che viaggiando agli ottanta all’ora sollevano qualsiaisi genere di immondizia e la accompagnano dolcemente nel fosso.
Gettare le cose dal finestrino sembra un gesto innocuo, ma quella stessa innocenza nasconde la mancanza del più banale senso civico. Conservare nella piccola pattumiera dell’auto uno scontrino non è certo un peso. Signori, suonate il clacson tutte le volte che vedete qualcuno gettare immondizia dal finestrino, e se volete segnarvi la targa fatelo.. e pubblicatela qui o dove vi pare!
E non mi venite a dire che i problemi ambientali sono ben altri, perchè lo so benissimo. Ma anche il mio vivere in casa diventerebbe ben presto insostenibile, se ogni giorno buttassi la spazzatura sul pavimento invece che nel cestino. E’ più che altro una questione di educazione.
Viva le bucce di banana biodegradabili!

3 Commenti »

Puoi lasciare un tuo commento, oppure fare un trackback dal tuo sito.

Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia il tuo commento

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi