Arte, Genio, Follia: da visitare!

Pubblicato da Davide, Aggiornato lunedì 16 marzo 2009 Nessun Commento »

Questo articolo e' stato scritto piu' di 6 mesi fa.. In teoria non cambia nulla, sed panta rei: se trovi link o informazioni datate segnalalo pure. :)

Se non fosse che a Siena sono stato in diverse occasioni e ho putoto ammirarne la bellezza assieme alla squisitezza del mangiare toscano, direi che è una pessima città. Quella maledetta domenica c’era Siena-Genova: città invasa da rozzi e chiassosi tifosi (ormai la gente “normale” guarda il calcio solo in tv), traffico caotico, nessun parcheggio gratuito.. Ma non è di calcio che voglio parlare.

Se non sapete dove passare un weekend, da oggi fino a fine Maggio, fate un salto a vedere “Arte, Genio, Follia“: una mostra incantevole. A parte la quantità delle opere esposte, spicca la qualità e la sapiente commistione con l’oggettistica da manicomio. Qualcosa proviene anche da Reggio Emilia: in quelle stanze in cui oggi frequento lezioni universitarie, pochi anni fa venivano utilizzati elettroshock e camicie di forza. Fa impressione vederle esposte in teche a fianco di opere artistiche.
Van Gogh, Kirchner, Munch, ma anche Ernst, Dix, Grosz, Guttuso, Mafai, Ligabue sono solo alcuni degli artisti che si potranno ammirare all’interno dell’esposizione.

“Arte, Genio e Follia. Il giorno e la notte dell’artista” rappresenta il primo tentativo in Italia di indagare il rapporto tra produzione artistica e disagio mentale in un percorso che attraversa momenti fondamentali della storia dell’arte. Oltre 350 opere tra dipinti e sculture, alcune delle quali di grande impatto emotivo, illustreranno il complesso rapporto tra arte e follia, dando vita ad un percorso espositivo articolato in 8 diverse sezioni, affidate alla cura di grandi nomi del campo dell’arte e della psichiatria.
L’intento è quello di indagare “l’essere nel mondo” degli artisti attraverso i loro capolavori, senza tuttavia rinunciare alla fondamentale prospettiva storica e a tutti quei contributi che hanno studiato “arte, genio e follia” da punti di vista differenti, siano essi di natura artistica, scientifica o medica.

E’ un consiglio da amico, senza interesse.. ;)

Per la cronaca, sul sito web della mostra, si trovano pure le audioguide in formato mp3 (sia in italiano che in inglese): se avete il classico lettore o il telefonino avanzato, è l’occasione buona per sfruttarlo. Sono cose che fanno la differenza nell’organizzazione di un evento culturale!

Nessun Commento »

Puoi lasciare un tuo commento, oppure fare un trackback dal tuo sito.

Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia il tuo commento

 

http://livregratis.fr/ - http://club-ebook.fr/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi